Archivi categoria: Cinema d’ animazione

Rehearsals for Extinct Anatomies: estetica dell’assenza

Institute Benjamenta or This Dream people call human life;The Phantom Museum;The Cabinet of Jan Svankmajer;Nocturna Artificialia;Strett of Crocodiles:se gli universi alogici dei fratelli Quay sono spazi di possibilità interpretante, sicuramente i titoli di questi progetti evocano una scomparsa o un’illusione di presenza.
Rehearsals for extinct anatomies evoca direttamente i suo spettatori, ma nel momento in cui lo fa, li ha già chiamati disabili: narrazioni automatiche per corpi o menti che in realtà sono anatomie, cioè analisi, corpi già destituiti dalle proprie potenzialità per farsi zone mancate o lastre di registrazione numerica.

Rehearsals for Extinct Anatomies (1991)
Rehearsals for Extinct Anatomies (1991)

E la sequenza iniziale sembra evocare questa “imprecisione fatale” del gesto e dello sguardo in un braccio infermo selezionato ed estratto dal resto da un mirino e appunto attraverso una serie di mirini o potenziamenti dello sguardo che dal momento in cui sono mutazioni del fuoco visivo, sono per sempre alterazioni, sono “messe a fuoco mancate”. Continua la lettura di Rehearsals for Extinct Anatomies: estetica dell’assenza